L’associazione Bepositive, in collaborazione con l’associazione di Sonia Scarpante “La Cura di sé”, offre la possibilità di partecipare gratuitamente al progetto di scrittura terapeutica come strumento di espressione e di comunicazione caratterizzata da emozioni e da riflessioni come luogo per dare forma visibile e condivisibile ai propri vissuti.

DURATA

Il lavoro di gruppo con la scrittura si sviluppa in un incontro settimanale ripartito in otto incontri complessivi per due ore circa cad. ad incontro.

Avranno luogo online, dalle ore 18.00 alle 20.30, secondo il seguente calendario:

•          3-14-29 Giugno
•          6 e 20 Luglio
•          3 e 24 Agosto
•          7 Settembre

Il programma proposto è quello riferito alla metodologia originale.

Destinato a un piccolo gruppo: 5 persone DURATA

Per info e adesioni:
info@associazionebepositive.it

ASSOCIAZIONE

SONIA SCARPANTE 

PROGETTO DI SCRITTURA TERAPEUTICA
La scrittura come cura e conoscenza di sé

“La scrittura è fatica, sollievo, nutrimento, spaesamento, trascendenza.
Il suo esercizio quotidiano ci solleva dalla vita e dal suo iter usuale
e ci sazia come il pane
di cui abbiamo bisogno per vivere.
La scrittura ci rende forti, altruisti,
provocanti e generosi.
Ci commuove e ci adira. Ci nobilita.
La scrittura gioca con noi
tutte le emozioni della vita.
Calarci in quelle emozioni significa rigenerarci.
Non abbiate resistenze,
perché la penna fa il resto”

 (Sonia Scarpante, Non avere paura. Edizioni San Paolo 2010)

LA SCRITTURA Come Cura e Conoscenza di SÉ

COS’E’ LA SCRITTURA TERAPEUTICA

La scrittura terapeutica è un viaggio interiore che offre la possibilità di ascoltarsi e conoscersi meglio. È un lavorare su se stessi per aprirci al mondo con meno conflittualità attraverso le proprie emozioni per farne un punto di forza e di sostegno, per relazionarci verso gli affetti, l’amico, il collega, il superiore con meno fragilità, più sicurezza, maggior determinazione e fiducia. La scrittura è qui intesa come strumento per trasformare le nostre debolezze in forza relazionale ed etica.

DESTINATARI

Gli incontri sono aperti a tutti coloro che desiderano conoscersi a fondo attraverso tematiche rivolte ai percorsi di vita, di sofferenza, facilitando una maggiore maturità e una riconciliazione con se stessi e con gli affetti.  A tutte le donne, con patologia, che desiderano guardarsi dentro per imparare a conoscersi e a finalizzare la scrittura in un progetto evolutivo e di approfondimento interiore.

Questo progetto è indirizzato ad intensificare concetti legati alla Cura e alla Cultura, elementi da considerare congiunti e che vanno di pari passo con l’evoluzione sociale. Senza Cultura non può esistere Cura Il progetto, forte di questa compenetrazione, può fungere da tramite per creare un messaggio di speranza per un benessere sociale più equilibrato e armonico nelle differenze individuali e sociali.

CHI LA PROPONE

ASSOCIAZIONE LA CURA DI SÉ

Piazza dell’Assunta 1/a, 20141 Milano www.lacuradise.it info@lacuradise.it

Sonia Scarpante, Architetto e specialistica allo IED, Counselor Trainer, scrittrice, fondatrice del Metodo di Scrittura Terapeutica. “Metodo Scarpante”.

Presidente dell’Associazione “La Cura di Sé”, fondata a Milano dove vive, ha al seguito diverse pubblicazioni sul tema della Scrittura Terapeutica e una ventennale esperienza in questo ambito, porta avanti seminari di scrittura in ambiti sociali come strutture ospedaliere, scuole, carceri… nel sostegno delle sofferenze fisiche e mentali, e in campo preventivo.  Ha pubblicato quindici testi e fra questi importanti saggi. Tiene corsi di formazione per operatori sanitari ed educatori promuovendo questa metodologia.  La docente Sonia Scarpante ha elaborato una metodologia applicabile come formula di sostegno a tutte le persone spinte dal bisogno di lavorare con l’interiorità per imparare a superare le fatiche e le fragilità della vita comprese le conflittualità relazionali.

FINALITA’ DEL PROGETTO

La scrittura di gruppo fornisce la possibilità di scrivere su di sé e rivedersi da prospettive differenti anche grazie allo scambio degli altri partecipanti ed ai rimandi del conduttore. Il gruppo e la scrittura divengono così strumenti in grado d’indagare ed approfondire stati di sofferenza, paure, desideri, gioie e prenderne consapevolezza.

L’altro diventa uno specchio in cui rivedere delle parti di se stessi, imparando a conoscerle, dargli nuovi significati e imparando a modularle all’interno delle dinamiche relazionali. Pertanto questo percorso può acquisire caratteristiche di crescita ed evoluzione personale.

La scrittura terapeutica è quindi intesa come percorso della memoria e come cura delle affettività malate.

Nell’oralità non riusciamo a riascoltarci e quindi ad analizzarci, mentre scrivere ci induce a un’attività di ricontrollo di quanto abbiamo narrato. Grazie alla penna possiamo riuscire ad affrontare (e a sconfiggere) anche alcuni periodi della nostra vita che non ci convincono più.

Lo scrivere è inoltre una modalità diversa dall’usuale per accedere alle memorie e permette di materializzare sul foglio emozioni e pensieri, un meccanismo per fare chiarezza e per sistemare proprio quelle esperienze spiacevoli immagazzinate in modo confuso e disfunzionale.

Il gruppo potenzia sostiene e contiene, presenta delle peculiari caratteristiche che favoriscono lo sviluppo di relazioni, la nascita di legami identificativi, la creazione di una cultura comune e potenti meccanismi trasformativi. Più volte è stato sottolineato come il gruppo non sia la semplice somma degli individui che lo compongono. Ne consegue che i gruppi possiedono capacità curative che vanno ben oltre il superamento del senso di alienazione, dell’isolamento sociale e della possibilità di condividere il proprio disagio con altre persone.

Il corso quindi si propone di offrire nuovi strumenti di conoscenza interiore attraverso l’uso della scrittura.

In particolare si vuole aiutare a lavorare su se stessi per approfondire la conoscenza e la scoperta di altri aspetti di sé al fine di imparare a relazionarsi con meno fragilità, più sicurezza e determinazione, al fine di promuovere un senso nuovo del sé anche come atto di prevenzione e di cura.

Attraverso il percorso di conoscenza interiore si cercherà di entrare nelle emozioni per farne un punto di forza e di sostegno.

Il percorso permetterà, attraverso la condivisione libera delle varie scritture dei partecipanti e la riflessione comune, di imparare ad attraversare insieme le difficoltà anche derivanti dalla fatica delle relazioni, dalla fatica dell’accettazione di sé e dalla mancanza di riconoscimento da parte delle affettività per scoprire nuove opportunità interiori.

DURATA

Il lavoro di gruppo con la scrittura si sviluppa in un incontro settimanale ripartito in otto incontri complessivi per due ore circa cad. ad incontro.

Il programma proposto è quello riferito alla metodologia originale.

STRUMENTI UTILIZZATI

Libri autobiografici d’autore:

  • Sonia Scarpante, LETTERE AD UN INTERLOCUTORE REALE IL MIO SENSO
  • Sonia Scarpante, NON AVERE PAURA CONOSCERSI PER CURARSI
  • Sonia Scarpante, PAROLE EVOLUTE. ESPERIENZE E TECNICHE DI SCRITTURA TERAPEUTICA
  • Sonia Scarpante, L’ULTIMA STANZA 
  • Vincent Van Gogh, LETTERE A THEO
  • Irvin Yalom, LA CURA DI SCHOPENHAUER
  • Testi Autobiografici di volta in volta individuati in base al tema del giorno

Carta

Penna

RESPONSABILE DEL PROGETTO

Sonia Scarpante
Per informazioni:

Sonia Scarpante
cell: 328/9204252    email: sonia.scarpante@fastwebnet.it    sito internet: www.lacuradise.it

Conduce gli incontri, insieme a Sonia Scarpante, la Dott.ssa Silvia Cipolli

Silvia Cipolli, Psicologa abilitata libero professionista iscritta all’Ordine degli Psicologi della Toscana, n. 8784.

Laureata in Psicologia a Firenze, ha lavorato con i ragazzi, con gli adolescenti e con le famiglie. Si è formata con tirocini in ospedale e nei consultori, nelle comunità dedicate alle dipendenze. Dopo una tesi che ha segnato l’apertura di interesse verso la Psicologia dell’Arte e dell’Arteterapia, ha iniziato una formazione in questo ambito. Ha dato vita ad un metodo chiamato “Il tempo della scrittura” che unisce la passione per la scrittura e la formazione in arteterapia e che propone in diversi percorsi in libreria e online. A settembre 2019 ho pubblicato il suo primo romanzo “La soluzione è nel buio”. Ha concluso di recente il Master in Scrittura Terapeutica con la scrittrice e formatrice Sonia Scarpante e propone da allora percorsi e seminari con questa metodologia, aggiungendo questo metodo alla cassetta degli strumenti di una psicologa.

https://silviacipolli.wordpress.com

https://culturaemotiva.it

https://www.instagram.com/per.corsi.creativi/